Con l'avvento della crisi il numero di famiglie che vi fanno ricorso è in continua crescita. Sì, perché i piccoli prestiti, grazie a tempi di erogazione ridotti e un piano di ammortamento fino a 5 anni, rappresentano una delle forme creditizie più diffuse nell'offerta di istituti e società di credito, sia online che fuori dalla cornice web.

Perché scegliere i piccoli prestiti? Anche chi dispone di un basso reddito, ma non intende per questo rinunciare alla soddisfazione di qualche lusinghiero desiderio, può ricorrere ai piccoli prestiti che offrono una risposta ideale.

Quali sono i tassi di interesse applicati ai piccoli prestiti? Di solito le finanziarie propongono un tasso fisso e non vi sono penali in caso di restituzione anticipata del debito. Il contenuto valore degli importi (a partire dai 500/1.000 euro e non superiori generalmente ai 5.000) assicura una rata mensile modesta, ovvero più agevole nel pagamento.

Uno dei principale scenari di sviluppo dei piccoli prestiti è il mercato online. Con uno snellimento in termini di complessità delle procedure e con una riduzioni di molti costi fissi, le finanziarie si affidano a Internet per promuovere ed eseguire queste tipologie di prestiti. Sono comunque richiesti tutti i dati anagrafici, personali e quelli relativi alla propria professione e minime garanzie.

Piccolo Prestito